RS Aero, lo skiff singolo riparte da Santa Marinella

Riparte da Santa Marinella l’attività della classe RS Aero, lo skiff singolo che sta catturando l’attenzione dei velisti italiani per la sua facile manovrabilità e le ottime prestazioni che offre in ogni condizioni di vento.
La deriva del cantiere inglese ha previsto per la stagione 2021 un calendario di undici appuntamenti nazionali fra raduni di classe e regate nazionali distribuite nelle zone del litorale romano, Rimini, lago di Garda, Lombardia e Sardegna.
L’Italian Open National Championship prevede i suoi due primi appuntamenti a Santa Marinella nei fine settimana del 26/27 febbraio e 6/7 marzo. La flotta si sposterà poi per le due successive tappe sulle bianca spiaggia del Tognazzi Marine Village, Ostia Lido, nei giorni 17/18 e 24/25 aprile. Nel mese di maggio gli atleti della classe si ritroveranno sul Lago Maggiore, a Maccagno, per un appuntamento di tre giorni con raduno e regata, mentre nei mesi estivi di giugno, luglio e settembre la flotta si sposterà fra la località gardesana di Arco e la Sardegna. Ad ottobre, il decimo appuntamento in calendario sarà ospitato dal Club Nautico Rimini dove quest’anno si è costituita una numerosa flotta di RS Aero, per poi concludere il circuito 2021 di nuovo ospiti del Circolo Nautico Guglielmo Marconi nel Porto di Santa Marinella.
C’è una grande voglia di tornare in acqua – afferma Guido Sirolli, presidente della classe ASCOB che racchiude sia i proprietari della barca Open Skiff che quelli dell’RS Aero – . Questo è il primo anno di attività federale per lo skiff inglese e in appena un mese abbiamo avuto già 35 iscritti. Questo monotipo si pone come valida prosecuzione per quanti terminano l’attività sull’Open Skiff e desiderano proseguire a regatare su una barca veloce, divertente, semplice e leggera, che grazie ai tre armi diversi, accompagna l’atleta fino all’età adulta”.
L’obiettivo del 2021 sarà anche quello di avvicinare nuovi velisti all’RS Aero: “ci saranno diversi appuntamenti a calendario che consentiranno ad altri amici velisti di poter provare la barca e apprezzarne tutte le sue peculiarità. Siamo certi che per molti sarà una sorpresa ed una vera scoperta” ha concluso Sirolli.

Lascia un commento